Menu

INDACO, la nuova piattaforma e-commerce del Trentino

e-commerce del Trentino

E’ stato ufficialmente annunciato il lancio del nuovo progetto provinciale “INDACO – INnovazione DigitAle per il COmmercio elettronico trentino” per la realizzazione di una piattaforma di e-commerce del Trentino. Il bando della Provincia di Trento mirava a selezionare un gruppo di imprese per la realizzazione e implementazione di una piattaforma tecnologica per il commercio elettronico con l’obiettivo di sostenere il commercio locale durante la pandemia da covid-19 e supportare le imprese del territorio nell’adottare nuovi sistemi commerciali digitali in risposta ai cambiamenti generati dalla pandemia.

I partners di progetto

Della cordata vincitrice del bando fanno parte 7 aziende locali, tra cui Delta Informatica spa, il coordinatore tecnico, Social IT Software & Consulting srl, coordinatore manageriale, Federazione trentina della Cooperazione, Real Web srl, Trentino Social Tank, Shair.Tech srl e Okkam srl. Inoltre, il progetto prevede anche il coinvolgimento dell’istituto di ricerca provinciale Fondazione Bruno Kessler e dell’Università degli Studi di Trento. A seguito della pubblicazione della graduatoria, i partners hanno avviato l’accordo negoziale con la Provincia di Trento per la definizione dei requisiti del progetto, che si è concluso nei giorni scorsi. 

La piattaforma

INDACO sarà uno strumento che permetterà di costruire una rete territoriale per mettere in contatto attori economici, fornitori ed utenti con l’obiettivo di valorizzare l’intera filiera produttiva locale e del commercio di prossimità. Interesserà in particolare gli operatori commerciali, a partire dai piccoli-medi produttori dell’agrifood, ai gruppi di acquisto solidale, fino ai piccoli negozi e supermercati locali. Ma non solo, sarà utilizzabile anche per il terzo settore, come interfaccia di scambio di servizi socio-assistenziali e di igiene ambientale. Il progetto mira a sostenere il commercio del Trentino garantendo la trasparenza e l’etica dell’intero processo, compreso il servizio di logistica. Infatti, verranno studiati algoritmi specifici per ottimizzare i servizi di ordini e consegne, in contrasto con il modello di Amazon basato sulla velocità di consegna a prezzi molto bassi, a discapito dei corrieri e rider.

I benefici per il territorio

L’obiettivo del progetto è realizzare una piattaforma all’avanguardia, basata su tecnologie altamente innovative tra cui intelligenza artificiale, big data e sistemi di pagamento e fidelizzazione avanzati che permetta di ottimizzare il sistema della logistica della movimentazione dei prodotti. I vantaggi includeranno un’ottimizzazione del trasporto delle merci nel territorio, riducendo l’utilizzo dei veicoli e quindi con un conseguente ridotto impatto ambientale. Inoltre, il progetto apporterà importanti benefici anche a livello economico, garantendo una maggiore competitività delle aziende del nostro territorio grazie ad una riduzione di tempi e costi e ad una più efficace presenza sul mercato. 

L’accordo negoziale: cosa prevede

L’accordo con la Provincia di Trento che segna l’avvio del progetto prevede l’assegnazione di 1 milione di euro per finanziare la realizzazione e implementazione della piattaforma, il cui primo rilascio operativo dovrà avvenire entro i prossimi otto mesi. Inoltre, l’accordo stipula il coinvolgimento di almeno 300 operatori economici entro due anni di progetto ed almeno 700 punti vendita, arrivando ad aumentare le unità lavorative da 257 a 244. Infine, i partners dovranno costituire una new-co, la cui sede e ragione sociale sono ancora da definire, come società di riferimento per la gestione del commercio elettronico tramite INDACO fino a raggiungere transazioni per un importo complessivo di almeno 3 milioni di euro entro la primavera del 2024. 

 

L’articolo completo redatto dal quotidiano l’Adige è disponibile per la lettura in formato pdf qui.

Condividi su